Granturco

(Zea mays)

Famiglia: Poaceae (Graminaceae)

Distribuzione e habitat: essendo il granturco una graminacea riesce ad adattarsi a condizioni ambientali assai diverse. Tutti i prati, i pascoli, i terreni erbosi, le vaste distese delle pampas argentine, delle pianure brasiliane, delle praterie americane, delle savane americane, ecc. sono prevalentemente formati da Graminacee.

Caratteristiche: E' una pianta erbacea annuale con radici affastellate e fusto (detto culmo) formato da nodi ove si inseriscono le foglie e da internodi completamente vuoti. Il raccolto del granturco si effettua ad Agosto/Settembre.

Utilizzo da parte dell'uomo: oltre agli usi giÓ noti in cucina, il granturco Ŕ utilizzato anche in farmacologia. Le virt¨ eminentemente diuretiche, vengono sfruttate genericamente nei casi di ritenzione idrica, per esempio gonfiori alle gambe, conseguenti a insufficienza cardiaca, a idropisia, a lesioni. Sono inoltre particolarmente utili nell' attenuazione del dolore provocato da cistiti e cistopieliti e per la renella. Le eccezionali proprietÓ diuretiche del Granturco favoriscono l'eliminazione della tossine che ristagnano nell'organismo e che sono tipiche della gotta, dell'artrite e del reumatismo. In tempi recenti Ŕ stata provata l'azione ipotensiva del Granturco nei casi di arteriosclerosi. Per uso esterno gli stili del Granturco vengono utilizzati come antinfiammatori e coadiuvanti dei processi di cicatrizzazione grazie al loro contenuto di allantoina.