Papavero

(Papaver rhoeas)

Famiglia: Papaveraceae

 

Distribuzione e habitat: Originario con ogni probabilitÓ del Medio Oriente, sarebbe stato introdotto praticamente in ogni parte del globo, insieme alla coltivazione dei cereali. Comune infestante dei campi, del frumento e dell'orzo, il papavero si rinviene con estrema facilitÓ anche ai bordi delle strade, tra le macerie, nei campi incolti, lungo i fossati.

Caratteristiche: Ha fusto eretto, peloso, ramoso, debole. La fioritura avviene in primavera-estate.
Utilizzo da parte dell'uomo: Il papavero, o rosolaccio, possiede proprietÓ calmanti e lenitive nei casi di tossi stizzose, catarri e raffreddori. L'infuso si usa contro l'insonnia e nei soggetti nervosi.
 
Curiosità. In cucina questa pianta non trova impiego, mentre in cosmesi l'infuso pu˛ essere utilizzato per decongestionare le pelli arrossate e, in compresse, serve a combattere le rughe. Nella medicina popolare veniva utilizzato per lenire la tosse, ma spesso ha causato avvelenamenti soprattutto nei bambini. Le proprietÓ tossiche del papavero vanno imputate agli alcaloidi contenuti nella pianta, in particolare alla rhoedina.